Rosé

Il vino

Dall’unione dell’esperienza della famiglia Antinori e la vocazione di un territorio, la Franciacorta, nascono nella Tenuta Montenisa i “Classici” Marchese Antinori Cuvée Royale, Rosé e Blanc de blancs. Una selezione di uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco.

Dati Storici

La Tenuta Montenisa è situata nel cuore della Franciacorta, intorno al Borgo di Calino, vicino al lago d’Iseo. I vigneti circostanti la villa di proprietà della famiglia Maggi sono il cuore della produzione di Marchese Antinori Franciacorta dal 1999.

Vinificazione

Il mosto ‘fiore’ è stato sottoposto alla prima fermentazione alcolica in serbatoi di acciaio inox. La seconda fermentazione in bottiglia a contatto con i lieviti si è svolta nei successivi 24 mesi.

Note Degustative

Colore buccia di cipolla scarico, spuma cremosa con perlage fine e persistente. A livello aromatico è fragrante e deciso, contraddistinto dall’inconfondibile peculiarità del Pinot Nero, dai vaghi sentori di fiori selvatici secchi. Al palato si contraddistingue per la sua freschezza in perfetto equilibrio con la struttura, per un risultato di notevole armonia ed eleganza. La temperatura di servizio ideale è compresa tra i 7 e i 9°C Abbinamenti e occasione di consumo: L’equilibrio e l’armonia di questo rosé ne fanno il compagno ideale per una cena a base di crostacei, piccione e carne bianche in genere. Per la sua versatilità sono interessanti anche gli abbinamenti con dessert a base di frutti di bosco e cioccolato mediamente amaro.

Il vino

Dall’unione dell’esperienza della famiglia Antinori e la vocazione di un territorio, la Franciacorta, nascono nella Tenuta Montenisa i “Classici” Marchese Antinori Cuvée Royale, Rosé e Blanc de blancs. Una selezione di uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco.

Tenuta Montenisa

Tenuta Montenisa

La tenuta Montenisa si trova nel cuore della Franciacorta, intorno al Borgo di Calino. In questa terra di grandi vini si coltiva la vite da sempre. Alcuni affermano che “Franciacorta” abbia origine da “Petite France”, nome affettuoso che le diede Carlo Magno.

Your browser is not supported

Programma sviluppo rurale
contatti - distribuzione